Immigrati, invasione in arrivo – di Roberto Pepe

In due giorni sono sbarcati in Italia 4.000 migranti, mentre il Ministro dell’Interno Alfano fa presente che dalle coste libiche sono in procinto di attraversare il Mediterraneo 600mila profughi. E’ inutile che ci illudiamo: costoro sono diretti in Italia e ci perverranno senza ostacoli, anzi sicuri di essere supportati in questa traversata.

E’ incredibile: pare impossibile pensare che nel giugno 2009 sia stato siglato un accordo tra il mostro ex Rais Gheddafi e l’ex cavaliere Berlusconi sul controllo dei profughi africani in  transito dalla Libia. Pare anche impossibile che nel 2011 sia stato firmato un trattato di partnership (da Maroni) con la Tunisia contro la movimentazione navale dei migranti, effettuando di fronte alle coste africane controlli aerei-navali da parte della Marina militare italiana, Guardia costiera e Guardia di Finanza. Dai giornali di opposizione fu definita una  vera e propria guerra alle migrazioni, anche se ufficialmente non dichiarata o mascherata dietro la formula di comodo dell’ “intervento umanitario”! Ma il risultato fu che ci fu un blocco dell’immigrazione.

Pare impossibile che l’Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere schierasse allora nel Mediterraneo centrale aerei, navi ed elicotteri messi a disposizione da Francia, Germania, Malta, Spagna e Olanda. Pare impossibile che, allora, alla crociata internazionale anti-migranti non fece mancare il suo apporto la flotta NATO con quattordici unità da guerra, avendo contattato 2.844 navi per un controllo, 293 abbordate e 11 dirottate dall’inizio delle operazioni di embargo sulle armi.

E’ inutile illudersi: questa è l’unica forma di controllo che evita la migrazione clandestina evitando nel contempo la morte e i drammi sopportati dai profughi durante le traversate marine.   

Ora siamo qui a domandarci perché la Francia di Sarkozy e la Germania della Merkel abbiano voluto far fuori Gheddafi e sconvolto il Nord Africa con le famigerate bufale delle “Primavere Arabe”. Bisogna pur dirlo: quell’Europa del duo franco-tedesco ha remato esclusivamente contro l’Italia per far fuori Berlusconi (che riceveva il petrolio dalla Libia e dalla Russia di Putin) avendo l’appoggio di Obama e, soprattutto, dei nostri politici avversari del Cav., sempre pronti a castrarsi per far torto alla propria moglie! Ora che faranno? Intanto gli altri paesi chiudono le frontiere con l’Africa a causa dell’Ebola in arrivo.