Forza Italia, Fitto lancia convention Ricostruttori. Toti, ‘stop a controcanto continuo’

Raffaele Fitto, dopo avere attaccato Silvio Berlusconi nelle ultime ore, cambia bersaglio – una volta tanto – e punta il dito contro Matteo Renzi: “Voleva essere Blair, e invece rischia di finire sulle orme sudamericane. Voleva interpretare una sinistra innovativa e riformatrice, e invece si ritrova – per sua responsabilita’ – su una strada fatta di prepotenza e di continua ricerca di un ‘nemico’. Mentre Renzi inchioda il Paese da un anno a discussioni su Italicum e Senato delle Regioni, le risposte sul terreno dell’economia reale, delle imprese, dei lavoratori, delle famiglie, sono o assenti o deboli o tardive”.

L’europarlamentare azzurro rilancia quindi l’appuntamento di sabato 21 “di noi Ricostruttori”, durante il quale “esporremo il nostro programma, le nostre idee, le nostre proposte. Per Forza Italia, per il centrodestra e per l’Italia. E ovviamente – conclude -, oltre alle proposte su programmi e contenuti, non mancheranno precise proposte democratiche anche per la vita interna di Forza Italia".

A sostenere Fitto c’è il solito Daniele Capezzone: “La convention di sabato 21 dei Ricostruttori e’ una grande occasione (la prima da tanto tempo…) in cui qualcuno si fara’ carico di offrire in modo strutturato a Forza Italia, all’Italia e al centrodestra idee, contenuti, programmi (in una parola, un nuovo "software") per sfidare Renzi".

Giovanni Toti, di Forza Italia, in riferimento, pur senza citarlo, a Raffaele Fitto: “spero davvero – rimarca in un’intervista al Corriere della Sera – che cessi questo sterile dibattito, questo continuo controcanto. Bisogna smettere di delegittimare il partito". Toti riconosce a Fitto "di aver fatto un’opposizione al Nazareno alla luce del sole e mettendoci la faccia" ma "oggi deve contribuire alla linea del partito, in cui l’unico leader riconosciuto resta il presidente Berlusconi". Ma Raffaele non sembra pensarla allo stesso modo e c’è da scommettere che il suo continuo controcanto nei confronti del Cavaliere continuerà ancora.