F1, Hamilton: cosa amo dell’Italia? Pasta, pizza e gelato

Visita ad Expo per il fresco vincitore del Gran Premio di Monza Lewis Hamilton, che accolto dal commissario unico dell’Esposizione Universale Giuseppe Sala e’ stato ospite del padiglione della Malesia. Il pilota inglese della Mercedes, atteso da centinaia di visitatori dell’Esposizione Universale, e’ stato accompagnato ad una rapida visita del padiglione, per poi provare un simulatore Mercedes di Formula 1 all’interno di un "petalo" dello stand e infine incontrare e firmare autografi ad una quarantina di studenti di ingegneria del Politecnico di Torino.

Nel corso dell’incontro con gli universitari Hamilton, oltre a definire i circuiti di Singapore e della Malesia i due piu’ difficili del circo della Formula 1 ("il primo perche’ si corre di notte, l’altro per via delle particolari condizioni climatiche") ha esaltato la pista di Monza: "sia perche’ e’ un circuito storico e poi perche’ ieri sul podio e’ stato incredibile vedere tutto il rettilineo pieno di gente. Non credevo che ce ne fosse cosi’ tanta". Il pilota della Mercedes ha cosi’ risposto inoltre a chi gli chiedeva se il terzo titolo possa considerarsi sempre piu’ vicino: "Lavoro per questo. Quando ero piccolo non pensavo di raggiungere questi risultati. Sono stato fortunato ad avere una famiglia che mi ha sempre sostenuto, ma nella mia carriera ho sempre dovuto vincere".

A proposito del nostro Paese Hamilton ha infine rivelato di essere innamorato della nostra cucina: "Pasta, pizza ma soprattutto gelato. Quando sono a Montecarlo appena posso mi metto in macchina e in un quarto d’ora sono in Italia per prendermi un gelato".