EURO 2020 | Italia batte Grecia 2 a 0, Azzurri qualificati con tre turni d’anticipo

Matematicamente al primo posto la Nazionale con la vittoria contro la Grecia. Segnano Jorginho (su rigore) e Bernardeschi da 30 metri

L’Italia ha battuto la Grecia allo Stadio Olimpico nella partita valida per le qualificazioni a Euro 2020. La Nazionale italiana con questa vittoria si qualifica matematicamente al prossimo campionato europeo, risultando essere anche la prima del suo girone. All’Olimpico, per spingere l’Italia a Euro 2020, oltre 56mila spettatori per oltre 500mila euro d’incasso.

C’è ancora da migliorare, è vero, ma intanto la vittoria l’abbiamo portata a casa. Un primo tempo senza grandi emozioni, l’Italia si è vista soprattutto nella seconda metà di gioco.

Due gol nel secondo tempo. Verratti fa slalom in area e serve dietro Insigne, il suo destro e’ ‘parato’ di braccio da Boucalakis che rimedia giallo e da’ il rigore all’Italia. Dal dischetto Jorginho e’ impeccabile.

Al circa 10 minuti dalla fine, lungo palleggio azzurro, Bonucci appoggia a Bernardeschi che ha tempo di sistemarsi il pallone sul sinistro e scoccare un rasoterra preciso da 30 metri, laterale, che si infila sul palo opposto con l’aiutino di una lieve deviazione di Giannoulis.

RECORD

Gli Azzurri con il 2 a 0 contro la Grecia staccano il pass per la fase finale con tre turni di anticipo. All’Italia, infatti, bastava una vittoria, la settima consecutiva, per brindare con 3 turni d’anticipo la qualificazione a Euro 2020 stabilendo un record assoluto. E la missione e’ stata compiuta anche se con qualche apprensione nel primo tempo.

Gli azzurri battono la Grecia 2-0 e si preparano cosi’ nella massima tranquillita’ alla prossima sfida, ormai senza pathos, martedi’ con il Liechtenstein.

MANCINI, “BRAVISSIMI”

“Sono stati bravissimi, vorrei ringraziare il pubblico dell’Olimpico, erano tanti stasera. Dedico la vittoria ai piccoli del Bambin Gesu’. Nel primo tempo c’era troppa frenesia, abbiamo cominciato a lanciare e non andava bene; meglio nella ripresa, abbiamo cominciato a giocare”. Cosi’ Roberto Mancini, ai microfoni Rai, dopo la vittoria sulla Grecia. “Io come Pozzo? Lui ha vinto due Mondiali. Le notti magiche? Speriamo che tornino e che a giugno sia piu’ bello” aggiunge il ct azzurro.