Durigon (Lega): “Dei 5Stelle non c’è da fidarsi, una bugia tira l’altra”

“Ricordo quante favole ci ha raccontato Di Maio, come su Alitalia che non sarebbe mai finita ad Atlantia. Non c’è da fidarsi”

Claudio Durigon

Claudio Durigon, deputato della Lega, già sottosegretario al Lavoro, è intervenuto su Radio Cusano Campus. Calenda vuole sconfiggere Salvini alle elezioni non con manovre di palazzo: “Calenda è l’unico – ha detto Durigon – che fin dall’inizio ha detto che questo governo è appiccicato solo dalle poltrone. Dopodichè penso che Calenda voglia questa sfida perché è fuori da tutto e non ha la possibilità di dire la sua in Parlamento. Oggi chiamano tutti in causa Salvini perché pensano così di riuscire ad avere un proprio spazio”.

Italia viva vuole l’abolizione di quota 100: “Questo è un governo che dice delle cose e poi fa tutto il contrario. So che c’è una parte di questa alleanza di governo che vuole abolire quota 100, un’altra parte la vorrebbe difendere. Sui 5 Stelle non so cosa dire, una bugia tira l’altra. Ricordo quante favole ci ha raccontato Di Maio, come su Alitalia che non sarebbe mai finita ad Atlantia. Non c’è da fidarsi. Conte, Gualtieri, hanno detto più volte: non si tocca quota 100, secondo me invece sono molto vicini a toccarla. Le voci su questo arrivano sempre più forti. Saremo pronti a fare le barricate contro questo governo delle bugie”.

Sulla manovra. “Noi con lo 2,04% siamo riusciti a fare le nostre politiche economiche. Loro con il 2,2% riescono a fare solo le politiche dell’Europa. Noi volevamo dare uno choc all’economia. Questa manovra diventa choccante, ma all’incontrario”.