Don Carmelo Prima, il prete di frontiera che ammira Salvini: “Difende i valori cristiani”

Spiega il sacerdote: “Io non faccio politica, ma ho voluto comunque regalare al leader della Lega un'immagine della Madonna Regina dell'Amore”. “Salvini in diverse occasioni ha mostrato la Corona e si è sempre proposto al suo elettorato come un difensore dei valori cristiani, della famiglia tradizionale e soprattutto della vita, dal concepimento fino alla morte naturale”

Foto Stefano Cavicchi/LaPresse 03/12/2019 Bruxelles, Matteo Salvini a Bruxelles, la conferenza stampa al Parlamento europeo.

Don Carmelo Prima è figlio di italiani emigrati in Belgio. Oggi è parroco di Sainte Catherine, a Bruxelles, ed è stato protagonista di un incontro con il leader della Lega, Matteo Salvini, in occasione della sua conferenza stampa a Bruxelles contro il fondo salva-stati.

Don Carmelo nelle immagini viene ritratto mentre porge un santino mariano e Salvini lo bacia: “Un gesto, quello del prete vicentino ‘d’adozione’, che ha sorpreso molti dei presenti”, scrive il Corriere del Veneto, “anche alla luce degli attacchi alla Lega sferrati nei mesi scorsi da Cei e Famiglia Cristiana, specie sul fronte delle politiche anti-immigrazione”.

“Io non faccio politica, ma ho voluto comunque regalare al leader della Lega un’immagine della Madonna Regina dell’Amore”.

“L’ho fatto – spiega il sacerdote al quotidiano – perché la Vergine può essere di conforto e d’aiuto per tutti, figuriamoci per un politico come lui, che ha molte responsabilità”.

Don Carmelo racconta che Salvini gli ha mostrato il rosario e gli ha assicurato di essere devoto a Maria: “E io gli credo: in diverse occasioni ha mostrato la Corona e si è sempre proposto al suo elettorato come un difensore dei valori cristiani, della famiglia tradizionale e soprattutto della vita, dal concepimento fino alla morte naturale. Mi sembrano tutti temi importanti e sui quali un bravo politico dovrebbe sempre interrogarsi”.