Da giustizia a immigrati, ecco i 12 referendum Radicali

Spesso i Radicali hanno contestato media e grandi partiti di non dar voce alle loro battaglie. Ma questa volta, i 12 referendum presentati dal partito di Torre Argentina vanno a toccare temi ‘bollenti’: dal finanziamento pubblico ai partiti all’immigrazione fino ai sei quesiti sulla giustizia. E non a caso, proprio su questi ultimi i Radicali possono contare su una gamma multicolore di sostenitori, che va dal Pdl alla Lega, passando per il Psi.

Nei 12 quesiti spiccano infatti i sei relativi al capitolo Giustizia. E dal tema della separazione delle carriere dei magistrati a quello della loro responsabilita’ civile fino al rientro dei magistrati fuori ruolo il sostegno del Pdl pare convinto (solo sull’abolizione dell’ergastolo restano divergenze) tanto che gia’ qualche settimana fa il partito del Cavaliere chiedeva ai militanti "un impegno generoso" per la raccolta adesione: occorre infatti raggiungere le 500mila firme necessarie entro settembre.

Se sui temi della Giustizia i radicali possono contare sul sostegno di Pdl e Lega, su un altro tema ‘caldo’, quello dell’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, Marco Pannella ha gia’ incassato l’ok del Carroccio e guarda con buona fiducia all’appoggio del Movimento Cinque Stelle e, con minori aspettative, dei renziani del Pd. E, se un timido dialogo con i cattolici e’ possibile su abolizione dell’ergastolo e abrogazione di alcune norme che regolano l’immigrazione su temi come il divorzio breve e l’8xmille, il sostegno di centristi e pdlellini appare pressoche’ impossibile.

Ecco i dodici referendum: – Magistrati fuori ruolo Per far rientrare nei Tribunali i magistrati attualmente dislocati ai vertici della Pubblica Amministrazione. – Responsabilita’ civile dei magistrati Perche’ i cittadini possano ottenere dal magistrato il risarcimento dei danni a seguito di irregolarita’ e ingiustizie. – Separazione delle carriere dei magistrati Per essere giudicati da un giudice terzo che abbia una carriera diversa da quella del Pubblico ministero che accusa. – Abolizione Finanziamento pubblico partiti – 8xmille. Per lasciare allo Stato le quote di chi non esprime scelte. – Custodia cautelare. Per limitare il carcere preventivo ai soli reati gravi. – Divorzio breve. Per eliminare l’obbligo di tre anni di separazione. – Droghe: niente carcere per fatti di lieve entita’ – Ergastolo. Per abolire il carcere a vita. – Lavoro e immigrazione. Per abrogare quelle norme discriminatorie che ostacolano il lavoro e il soggiorno regolare degli stranieri.