COVID | “In Spagna c’è meno allarmismo, qui scuole in presenza”

Alessandro Taddei, musicista, dalle Baleari: “Tenere i bambini in Dad come in Italia credo onestamente sia una cattiveria, almeno per la fascia d'età delle elementari"

È intervenuto in questi giorni creando qualche scompiglio sui social tra le pagine ravennati: “Riaprite le scuole anche in Italia, come qui in Spagna”. A scrivere – si legge su Ravenna e Dintorni – era Alessandro Taddei, musicista ravennate giramondo che per esigenze famigliari (ha 2 figli, da padre separato) vive per diversi mesi all’anno anche in Spagna, sull’isola di Maiorca.

“Non so se sia stato giusto o sbagliato – ci conferma al telefono dalle Baleari – ma qui le scuole fino ai 16 anni sono state considerate un servizio essenziale e da dopo l’estate non hanno più chiuso, sono rimaste aperte anche quando tutto il resto era in lockdown. I bambini sono contenti e possono continuare a vivere la loro routine, anche se con mascherina sempre e una coperta sulle gambe, visto che fanno lezione con le finestre aperte. Tenere i bambini in Dad come in Italia credo onestamente sia una cattiveria, almeno per la fascia d’età delle elementari”.