COVID | Dal Corriere della Sera la proposta di una campagna dei leader politici in favore del vaccino

All’editoriale del direttore Luciano Fontana rispondono subito alcuni leader di partito, tra questi Renzi, Berlusconi, Zingaretti: “Noi ci siamo”

Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera, dalle pagine del suo giornale lancia la proposta: una campagna dei leader politici in favore del vaccino Covid.

“Accolgo volentieri il suo appello”, dichiara il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, che aggiunge: “Ogni iniziativa utile a sensibilizzare gli italiani sulla necessità di fare il vaccino è benvenuta ed importante”. “Ho detto più volte – prosegue – che sarei favorevole all’obbligatorietà dei vaccini: introduciamola subito almeno per gli operatori sanitari e socio sanitari. E sosteniamo ogni iniziativa di sensibilizzazione sul tema”.

Silvio Berlusconi, in una lettera inviata al Corriere della Sera, proprio in risposta all’editoriale del direttore Luciano Fontana, scrive: “Caro direttore, condivido la sua proposta. Il vaccino è l’unico strumento possibile per debellare una tragedia come quella del Covid che è già costata troppi lutti, troppe sofferenze, troppi danni economici, sociali, civili. I leader politici debbono dare il buon esempio e possono farlo insieme. Questo – sottolinea l’ex premier nella missiva – non cancellerebbe ovviamente nessuna distinzione politica, anche in merito alla gestione di questa crisi, ma significherebbe che la politica sa anche unirsi per uno scopo alto e nobile. Dobbiamo fare noi per primi quello che chiediamo agli italiani di fare, per il bene di tutti. Io l’ho già detto – conclude Berlusconi -, sono disponibile a vaccinarmi pubblicamente in qualsiasi momento”.

Si fa sentire anche Nicola Zingaretti, Segretario Pd e governatore del Lazio: “Caro Direttore, io ci sono. Concordo nella sua proposta di organizzare una campagna unitaria fra i principali leader politici per la promozione del vaccino anti-Covid, e sono a disposizione per qualsiasi azione”. “I nostri comportamenti e la scienza – prosegue Zingaretti – ci permetteranno di superare questa terribile pandemia, ma è importante l’impegno di tutti per raggiungere questo obiettivo. Su questi temi l’unità è importante per ricostruire fiducia e speranza nel futuro. Ribadisco: io ci sono”.