Corruzione, Cantone: necessario avere informazioni su appalti da Procure

"Non ho mai detto di voler ottenere dalla Procura informazioni riservate, come ha scritto qualcuno. Non ho assolutamente detto questo, bensì una cosa completamente diversa: visto che la legge attribuisce all’Autorità Nazionale Anticorruzione il potere di commissariare gli appalti, è necessario che l’Autorità abbia accesso alle notizie necessarie per poter intervenire". Lo ha dichiarato Raffaele Cantone nel talk show KlausCondicio.

Ed ha aggiunto: "Mi domando, altrimenti, come deve fare il presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione a dire che c’è un appalto in corso e che c’è un’operazione illecita che potrebbe giustificarne il commissariamento? Non si tratta di chiedere alle Procure informazioni riservate in merito alle indagini. Si tratta, semplicemente, di venire a conoscenza di alcune scansioni procedurali in cui gli atti sono già pubblici, dando la possibilità anche all’Autorità Nazionale Anticorruzione di acquisire informazioni. Così come, per esempio, è previsto dal codice: quando si procede nei confronti di un pubblico dipendente, la Procura deve avvisare al momento dell’emissione dell’ordine di arresto o del rinvio a giudizio. Un Ente pubblico, in quelle specifiche situazioni, potrebbe quindi avvisare anche l’Autorità Nazionale Anticorruzione".