CORONAVIRUS | Salvini: “Basta polemiche, il diritto alla salute viene prima” [VIDEO]

Il leader della Lega: “Se qualcuno avra' bisogno delle nostre idee e avra' voglia di incontrarci e ascoltarci per capire e per risolvere, per me, gli insulti del passato, i litigi del passato e tutto quel che e' accaduto rimane in freezer perche' prima viene l'Italia”

Matteo Salvini in una diretta Facebook torna a parlare dell’emergenza Coronavirus: “Non è il momento per fare polemica politica, siamo a disposizione di chi ha bisogno di idee, competenza e proposte concrete”, ha detto il leader della Lega. Riferendosi poi agli appelli fatti dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio, ha continuato: “Siamo disponibili a portare un contributo non di poltrone ma di idee”.

“Se qualcuno avra’ bisogno delle nostre idee e avra’ voglia di incontrarci e ascoltarci per capire e per risolvere, per me, gli insulti del passato, i litigi del passato e tutto quel che e’ accaduto rimane in freezer perche’ prima viene l’Italia”. Insulti pronti a essere congelati, quelli del passato, per il Matteo padano, che ha spiegato: “Poi torneremo a dividerci a discutere, rimarcando, dal nostro punto di vista, ritardi, errori, sottovalutazioni. Pero’ in questo momento prima viene il diritto alla vita, salute e lavoro”.

“Spero che sia chiaro che la Lega c’e’, il nostro popolo c’e’, e non permetteremo a nessuno, dall’altra parte del mondo e di fianco a noi, di usare questo momento di crisi per isolarci”.

Salvini chiede interventi eccezionali e sottolinea che se in Europa dobbiamo chiedere per spendere “i soldi prodotti dai propri lavoratori”, che “sono soldi nostri”, vuol dire che “c’è qualcosa che non funziona”.

Nella giornata di mercoledì “come centrodestra ci riuniamo per elaborare una proposta comune per fronteggiare gli effetti economici del Coronavirus. Non lo facciamo per chiedere posti e per far polemica ma per costruire e ricostruire, senza vincoli e vincoletti. Lo diciamo al governo: noi non cerchiamo poltrone o altro”.