CORONAVIRUS | Cuba, primi tre casi positivi: sono tutti italiani

Si tratta di tre turisti italiani attualmente ricoverati nella capitale, L'Avana. Nessuno è in pericolo di vita

E’ arrivato ufficialmente anche a Cuba il coronavirus: il governo cubano nelle scorse ore ha annunciato i primi casi di contagio nell’isola: si tratta di tre turisti italiani attualmente ricoverati nella capitale, L’Avana.

Secondo quanto precisato in un comunicato del ministero della Sanità, citato dalla televisione locale, i tre italiani facevano parte di un gruppo di quattro persone arrivate a Cuba il 9 marzo, che avevano preso alloggio in un ostello di Trinidad.

Nessuno dei tre contagiati è in pericolo di vita, ha spiegato la stessa fonte, senza fornire indicazioni sull’identità dei tre italiani.

“Tre dei quattro turisti isolati da martedi’ si sono rivelati positivi al Coronavirus”, ha affermato il ministero. Sono stati messi in quarantena presso un istituto medico all’Avana. “L’evoluzione dei tre pazienti e’ positiva e nessuno, per il momento, e’ in pericolo di morte. Le azioni di sorveglianza e controllo epidemiologico vengono condotte su persone che sono state in contatto con questi turisti e che per il momento non presentano sintomi”.

Dal primo caso confermato in America Latina, il 26 febbraio in Brasile, il virus ha colpito 12 paesi sud-americani con un totale di circa 150 casi confermati, tra cui 52 in Brasile, il paese piu’ colpito, seguito dal Cile con 23 casi; sono morte due persone, una in Argentina, l’altra a Panama.