Consorzio, difendiamo Provolone Dop con latte 100% italiano

La lotta contro la contraffazione dei prodotti tipici della tradizione italiana passa dalla certificazione della provenienza degli ingredienti. "Nel caso del provolone e’ fondamentale inserire nell’etichetta da dove viene il latte utilizzato per produrlo. La nostra Dop utilizza latte 100% italiano". Lo ha detto il presidente del Consorzio di tutela Provolone Valpadana, Libero Stradiotti, durante l’inaugurazione al centro di Roma del temporary store ‘Provami’.  

L’iniziativa promossa con il contributo del programma sviluppo rurale 2007 – 2013, della regione Veneto, andra’ avanti tutto il mese e avra’ l’obiettivo di promuovere il provolone Valpadana Dop in formato ‘street food’.

"Il nostro prodotto – ha sottolineato Stradiotti – soffre di una forte contraffazione, soprattutto in paesi come Stati Uniti e Argentina, dove, all’inizio del Novecento, gli emigrati italiani hanno esportato la produzione del provolone, che nel corso del tempo a perso le sue caratteristiche originarie".

La protezione dei prodotti Dop made in Italy, come il provolone Valpadana, secondo il presidente del Consorzio "passa dal riconoscimento della provenienza degli ingredienti, in tal senso e’ importante la battaglia che sta portando avanti la Coldiretti sull’etichettatura, ma occorre, anche, trovare un punto d’incontro con la grande distribuzione per porre maggiore attenzione sul tema".