Cocaina dalla Colombia, blitz antidroga a Messina

Una vasta operazione antidroga è in corso a Messina. I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria del capoluogo stanno procedendo all’esecuzione di 14 misure cautelari, di cui 12 in carcere, ed al sequestro di beni per oltre 250 mila euro. L’indagine, denominata ‘Holiday’, ha permesso di disarticolare un’importante organizzazione criminale che gestiva un traffico internazionale di stupefacenti tra la Colombia e l’Italia.

L’operazione Holiday prende il nome dal termine in codice ("vacanza") utilizzato dal messinese G.A. (alias "Ginger"), ritenuto elemento di spicco del gruppo criminale, quando doveva recarsi in Sud America per organizzare le spedizioni di cocaina.

"In Italia – fanno sapere gli inquirenti -, la droga veniva consegnata a B.G. (alias ‘Pippo’), noto trafficante messinese attualmente operante a Milano". Quest’ultimo, grazie ad una fitta rete di contatti, provvedeva allo smistamento della cocaina verso tre gruppi criminali dislocati nel nord Italia, in particolare a Bergamo, Milano, Lodi e Aosta; nell’area centrale, tra la capitale e Lido di Ostia, dove "Pippo" avrebbe avuto "stretti rapporti con il boss Carmine Fasciani; e in Sicilia, dove tra i contatti piu’ importanti di B.G. ci sarebbe un nipote di Benedetto Santapaola.