Centinaio (Lega): “Sindaci africani? Saviano cambi spacciatore”

“Vorrei vedere Saviano a fare il sindaco, è facile dalla televisione dire che la politica fa schifo e che quindi bisogna mettere gli immigrati a fare i sindaci”

Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega in Senato, è intervenuto questa mattina su Radio Cusano Campus e ha commentato la provocazione di Saviano, che vorrebbe dei sindaci africani per rilanciare il sud del Paese: “Invito Saviano a cambiare spacciatore perché dire cose del genere significa non capire e non sapere che cos’è la politica in Italia e poi non considerare che i sindaci vengono eletti dai cittadini, non vengono scelti dagli intellettuali di sinistra”.

“I sindaci che vengono eletti dai cittadini italiani sono degni di rappresentare i propri elettori e sono degni di rappresentarli nel migliore dei modi. Spesso lo fanno quasi gratuitamente, con un compenso irrisorio rispetto a quello che fanno. Vorrei vedere Saviano a fare il sindaco, è facile dalla televisione dire che la politica fa schifo e che quindi bisogna mettere gli immigrati a fare i sindaci. Mi chiedo come facciamo a considerarlo un intellettuale, abbia rispetto nei confronti degli italiani. Si candidi, mi piacerebbe vederlo candidato, contare i voti di preferenza che riesce a prendere, vedere quanti sono gli italiani che gli vanno dietro. E’ facile parlare, ci sono i comici che fanno le sparate, uno che si reputa un intellettuale certe cose non le dovrebbe dire”.

Sul nuovo codice etico del Movimento Cinque Stelle e sulla proposta di Grillo sul tribunale popolare antibufale: “Penso che è stato a pranzo con Saviano, Grillo e Saviano si danno la mano e vanno in giro a dire stupidaggini nel periodo tra Natale e la Befana”.