Calcio, Maicon: ‘derby è speciale, la Roma è cresciuta’

"La differenza tra la Roma di quest’anno e quella della passata stagione e’ che ora c’e’ una rosa con piu’ qualita’, sono stati fatti degli acquisti importanti, e anche il gioco e’ migliorato, ma le motivazioni e la voglia di vincere sono sempre le stesse". A 48 ore dal derby Maicon manda un messaggio chiaro alla Lazio: nella Roma nessuno vuole interrompere la rincorsa al primo posto in classifica. Anzi, a Trigoria aspettano con una certa fibrillazione la stracittadina dell’Olimpico visto che in caso di successo potrebbe arrivare il sorpasso sulla Juventus.

"Sensazioni? Stiamo lavorando bene per fare una grandissima seconda parte di stagione, e stiamo preparando al meglio la partita – sottolinea il brasiliano -. Sappiamo come e’ sentita la sfida in citta’, anche per noi calciatori e’ una gara importante". Gara a cui i giallorossi arrivano bene grazie al successo in Friuli. "E’ sempre dura vincere prima di una partita importante come un derby, poi farlo con l’Udinese, su un campo difficile e contro una squadra che sta facendo un campionato importante fa aumentare la fiducia – evidenzia Maicon a Roma Tv -. Abbiamo fatto il nostro lavoro e speriamo di farlo anche domenica in una occasione speciale".

Con un pensiero sempre al duello scudetto con la Juventus: "Se ho visto la partita che ha pareggiato con l’Inter? Si’, i primi venti minuti, poi ho dormito perche’ ero stanco dopo Udine – confessa il terzino -. I bianconeri stanno facendo piu’ o meno lo stesso campionato della passata stagione, solo che quest’anno stanno sbagliando delle partite che prima non sbagliavano mai. E questo puo’ essere un punto importante a nostro favore visto che li stiamo inseguendo. Siamo stati tante volte a -1 dalla Juve, l’importante e’ pensare a fare le nostre partite e conquistare punti, alla fine vedremo cosa accadra’".

Prima meglio concentrarsi sul derby: "Da parte nostra non manchera’ la voglia di fare bene perche’ questa e’ una partita speciale per i nostri tifosi. Andremo in campo per fare del nostro meglio e speriamo che lo stesso faranno sugli spalti. I tifosi devono riempire lo stadio e dare una grossa mano perche’ quando sono al nostro fianco sicuramente la squadra rende di piu’".

A Trigoria prosegue intanto il programma di recupero di Adem Ljajic. L’attaccante, che nelle ultime 48 ore si era limitato a svolgere fisioterapia e palestra a causa del colpo al ginocchio destro subito a Udine, oggi e’ tornato in campo. Assieme al terzino greco Holebas (alle prese con un lieve affaticamento muscolare che non lo mette in dubbio per la stracittadina), il giocatore serbo ha svolto una seduta di lavoro differenziato rispetto al resto del gruppo e domattina dovrebbe partecipare alla rifinitura in vista della stracittadina dell’Olimpico. Senza Ljajic dal primo minuto Garcia potrebbe schierare la Roma col 4-4-2, con un rombo in mezzo al campo formato da De Rossi (perno basso), Nainggolan, Strootman, e Pjanic, col bosniaco vertice alto ad aiutare le punte. A giocarsi i due posti in attacco sarebbero quindi in tre, con Totti e Iturbe in vantaggio su Destro, tornato al centro del mercato dopo il forte interessamento da parte del Milan.