Berlusconi a Montecitorio, lo accolgono i falchetti azzurri: ‘siamo con Silvio’ (VIDEO)

Dopo avere incontrato mercoledì i senatori azzurri, Silvio Berlusconi è arrivato a Montecitorio poco dopo le 14 per un incontro con i deputati di Forza Italia. Una riunione per fare il punto sulle prossime scadenze parlamentari. Ad attendere il Cavaliere, davanti all’ingresso di via Uffici del vicario, ci sono molte telecamere e un gruppo di giovani militanti di Azzurra libertà, il movimento dei fratelli Andrea e Luca Zappacosta, i cosiddetti falchetti azzurri. C’e’ molta ressa. Stretti tra tv, fotoreporter e agenti di polizia, qualcuno dei giovani falchi riesce a tirar fuori uno striscione pro Cav. Molti sventolano bandiere del partito al grido ‘Silvio, Silvio!’. Ci sono anche alcuni ragazzi dei Club Forza Silvio di Roma e della Campania. Appena uscito dall’auto blu Berlusconi li vede e si ferma per un saluto. Strette di mano, foto di rito. "Grazie, grazie mille", dice Silvio ai suoi fan.

Andrea Zappacosta, presidente di Azzurra Libertà, spiega: “Siamo qui ad accogliere il presidente Berlusconi per manifestare tutto il nostro appoggio alla sua linea politica. Berlusconi rappresenta per noi ventenni il primo punto di riferimento. Il nostro obiettivo e’ quello di riaffermare questo concetto in ogni comune italiano continuando a difendere a testa alta i valori di Forza Italia fra i giovani e la gente comune".

Zappacosta sottolinea: “Vogliamo continuare ad essere anche un braccio operativo del Presidente Berlusconi su tutti i territori per diffondere fra i più giovani le sue idee e le sue battaglie. Ancora una volta siamo convinti di stare dalla parte giusta della storia guidati un leader, che si chiama Silvio Berlusconi, che vuole cambiare in meglio il nostro Paese”.

Berlusconi oggi partecipa anche alla conferenza stampa di presentazione del dipartimento ”Libertà civili e diritti umani” di Forza Italia. Saranno presenti, oltre al Cav, la responsabile del Dipartimento Mara Carfagna, e i presidenti dei Gruppi parlamentari di Forza Italia di Camera e Senato, Renato Brunetta e Paolo Romani.