Ambasciata Santo Domingo, La Marca (Pd): la Farnesina non ha più alibi

Francesca La Marca, deputata Pd eletta nel Nord e Centro America e residente in Canada, dopo la sentenza del Tar del Lazio che ha accolto il ricorso presentato da alcuni connazionali residenti nella Repubblica Dominicana contro la chiusura dell’ambasciata italiana a Santo Domingo, ha rivolto un’interrogazione al Ministro degli Esteri per sapere “quali urgenti provvedimenti intenda assumere per dare esecuzione al provvedimento e, soprattutto, per evitare che per gli utenti si prolunghino e si aggravino i disagi che sono stati costretti ad affrontare a seguito della chiusura della nostra rappresentanza”.

“Già all’indomani del provvedimento avevo espresso pubblicamente le mie forti perplessità sulle conseguenze che si sarebbero riversate sulla comunità; diversi mesi fa, inoltre, ho rivolto al Governo un’interrogazione nella quale chiedevo conto delle misure di riorganizzazione dei servizi per i connazionali. Costringere gli utenti a servirsi di uffici distanti 1500 chilometri e due ore e mezzo di aereo e caricare sulle loro spalle pesanti spese di viaggio e di permanenza significa ignorare la situazione reale in cui versano diverse nostre comunità o, peggio ancora, non avere un adeguato spirito di servizio nei loro confronti”.

La Marca conclude: “Ora nessuno ha più alibi. La Farnesina dica prima possibile quali sono le sue intenzioni rispetto al pronunciamento del TAR e soprattutto siano rimessi al centro della discussione i problemi dei nostri cittadini residenti nella Repubblica Dominicana, seriamente provati da queste vicissitudini”.