A Sarajevo il primo Business forum italo-bosniaco, organizzato dall’Ambasciata italiana

L'Italia e' attualmente il secondo partner commerciale della Bosnia, dietro alla sola Germania e davanti ai paesi vicini

L’Ambasciata italiana in Bosnia Erzegovina ha organizzato a Sarajevo il primo Business forum italo-bosniaco, al quale hanno partecipato oltre 70 aziende.

Tra gli altri, hanno preso parte all’appuntamento il premier della Federazione della Bosnia ed Erzegovina, l’entita’ musulmana e croata del paese, il direttore dell’Ufficio bosniaco della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers) Ian Brown e il vicecapo della missione della Delegazione Ue a Sarajevo Khaldoun Sinno.

L’Italia e’ attualmente il secondo partner commerciale della Bosnia, dietro alla sola Germania e davanti ai paesi vicini con cui Sarajevo tradizionalmente ha stretti rapporti commerciali.

L’ambasciatore italiano in Bosnia Nicola Minasi ha evidenziato come particolarmente significativi tre numeri: l’interscambio commerciale a 1,5 miliardi di euro, i 10 mila lavoratori bosniaci impiegati dalle aziende italiane e il 30 per cento del mercato del risparmio detenuto da istituti di credito italiani in Bosnia.