7 milioni di visitatori l’anno per il Colosseo, ma da simbolo di Roma è oggi simbolo di degrado

Figliomeni (Fdi): “Purtroppo a fronte di tanta bellezza di un luogo simbolo come il Colosseo corrisponde un grande degrado del sito circondato da ambulanti abusivi che fanno da padroni, immondizia in ogni angolo, baby borseggiatrici”

“Tra i siti archeologici che guidano la top ten italiana del 2017, il Colosseo fa la parte del leone con più di 7 milioni di persone tra turisti e romani che si sono recati a visitarlo, con un notevole incremento di visitatori rispetto al 2016. Cifre riportate dal Mibact, che dimostrano l’unicità dei nostri monumenti, tanto che il Lazio grazie ai numeri di Roma che dopo il Colosseo presenta altri luoghi unici quali Castel Sant’Angelo e la Galleria d’Arte Moderna, si pone al primo posto tra le regioni italiane”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia.

“Purtroppo a fronte di tanta bellezza di un luogo simbolo come il Colosseo corrisponde un grande degrado del sito circondato da ambulanti abusivi che fanno da padroni, cumuli di immondizia in ogni angolo esterno, senzatetto che dormono nei punti più appartati, finte guide turistiche che accalappiano ignari turisti, baby borseggiatrici rom alla carica dei visitatori nell’indifferenza più totale degli Amministratori cittadini”.

Insomma, un quadro davvero desolante. “Che l’Anfiteatro Flavio, il monumento più importante dell’antica Roma, dopo essere giunto indenne ai nostri giorni, oggi sia oltraggiato dall’incuria dilagante e menefreghista di chi dovrebbe vigilare, lascia senza parole. Chiediamo all’Amministrazione pantastellata – conclude Figliomeni – di prendere provvedimenti in sinergia con il Ministero dei Beni Culturali, per rendere il giusto splendore a questo luogo unico che tutto il mondo ci invidia”.