Salvini: “Se tutti scendono dal piedistallo si fa governo che dura 5 anni”

"Mettiamoci al tavolo, lo dico a Di Maio da leader del centrodestra: riforma delle pensioni, riforma del lavoro, riduzione delle tasse, blocco degli aumenti dell'Iva e delle accise, blocco e controllo dei confini”

Matteo Salvini, oggi in Friuli Venezia Giulia per sostenere la candidatura di Massimiliano Fedriga a presidente della Regione per il centrodestra, parlando del voto in Molise, che ha visto la vittoria del centrodestra, ha detto: “Il voto dei molisani conferma che gli italiani hanno le idee chiare, la sinistra e il Pd di Renzi sono bocciati e non possono tornare al Governo. La Lega vuole un Governo che risponda al voto degli italiani, quindi la nostra speranza è che il presidente Mattarella dia la possibilità a che nasca un Governo tra le prime due forze politiche di questo Paese. Io sono pronto”.

“A Roma ci sono le consultazioni, i riti. Ringrazio i molisani che ieri hanno dimostrato chi vince e chi perde. Perde il Pd di Renzi e della Serracchini. All’interno del centrodestra è la forza, il coraggio e l’onestà della Lega che vengono premiati”.

“Mettiamoci al tavolo – prosegue da Piazza della Borsa a Trieste -, lo dico a Di Maio da leader del centrodestra: riforma delle pensioni, riforma del lavoro, riduzione delle tasse, blocco degli aumenti dell’Iva e delle accise, blocco e controllo dei confini perche’ stanno ricominciando gli sbarchi e in qualche giorno si da’ un Governo che duri cinque anni a questo Paese, se tutti scendono dal loro piedistallo e si parla di cose e non di nomi non c’e’ problema. Il voto molisano ne e’ la rappresentazione evidente”.

“Chiunque voglia venire al governo con la Lega deve impegnarsi a blindare i confini del nostro Paese, perche’ non deve entrare piu’ nessuno. Perche’ non ne deve entrare neanche uno. Nell’ultimo fine settimana sono sbarcati in silenzio 1.500 immigrati”, che poi vengono distribuiti “dai compagni un po’ nella Carnia, pagando pranzo, cena e colazione a qualcuno che poi va in giro per Tolmezzo a non fare niente, se va bene, dalla mattina alla sera. A far casino, se va male, da mattina alla sera. I confini – ha proseguito Salvini – sono quelli per i quali i nostri nonni e i nostri bisnonni hanno lasciato la vita; torneranno a essere difesi come un paese normale deve fare” perche’ “entra solo chi ha il permesso di entrare”.

Salvini ha poi rilanciato la proposta di “un ministero solo per i diritti dei disabili, perche’ ci sono in Italia 4 milioni di disabili dimenticati”. Salvini ha anche proposto la figura di “un ministro che si occupi di montagna. Basta con gente di citta’ che non capisce niente di montagna e se ne occupa, basta all’ambientalismo da salotto”.

Comments