Centrodestra, Pessina (Fi): ‘Sia liberale e moderato, no a derive lepeniste’

Sen. Vittorio Pessina

"Al raduno leghista di Ponte di Legno Matteo Salvini ha pronunciato parole avventate dinanzi alle quali non posso esimermi dall’esprimere il mio personale disagio”. Il senatore Vittorio Pessina, responsabile nazionale del dipartimento Italiani all’estero di Forza Italia, commenta così un passaggio dell’intervista, rilasciata da Salvini a Paolo Del Debbio, in cui il leader del Carroccio parla di ‘pulizia etnica’.
 
Queste le parole pronunciate da Salvini: “Quando saremo al governo daremo mano libera ai carabinieri e alla polizia per ripulire le città. Sarà fatta una sorta di ‘pulizia etnica’ controllata e finanziata”.
 
“Discorsi pericolosi – prosegue Pessina nella sua nota – che spaventano chi sa bene quali orrendi fantasmi possano rievocare affermazioni del genere. Espressioni gravi e per di più pronunciate indossando una maglietta con il logo della Polizia, ovvero una uniforme delle Forze dell’Ordine che nulla hanno a che vedere con la politica e che infatti hanno reagito indignate”.
 
“E’ sempre più forte la mia convinzione che un centrodestra a trazione leghista rappresenterebbe la fine dei moderati liberali. Dunque buon lavoro a Parisi, l’uomo scelto dal presidente Silvio Berlusconi per rinnovare Forza Italia e studiare la riorganizzazione di un centrodestra ancora possibile. Alle elucubrazioni di stampo lepenista occorre rispondere con un programma di ampio respiro e di stampo liberale che riesca a riportare al voto quegli italiani che, stretti tra Renzi e Salvini, non si sentono rappresentati e alla fine saranno tentati di votare Movimento 5 Stelle per disperazione. Noi – conclude Pessina -vogliamo un centrodestra di ispirazione certamente popolare, ma ben lontano da eccessi demagogici e deliri di onnipotenza di chi sembra rimpiangere la stirpe italica di infelice memoria; non possiamo consentire che gli elettori confondano le nostre idee e i nostri progetti per il Paese con le elucubrazioni di masanielli senza scrupoli”.

NESSUN COMMENTO

Comments