Brasile, la polizia: “Festa Capodanno pericolosa, cancelliamola”

Per il pericolo di "violente" proteste dovute "alla grave crisi economica e politica" dello Stato. In Brasile numero record di disoccupati

Capodanno hot in Brasile, caldo record nel paese sudamericano. Le temperature a Rio de Janeiro hanno toccato i 47 gradi e l’estate brasiliana è iniziata da solo una settimana. La spiaggia di Ipanema è stata presa d’assalto da brasiliani e turisti alla ricerca di un po’ di refrigerio con un bagno. Temperature oltre i 40 gradi si erano registrate lo scorso febbraio ma quelle di questi giorni di feste hanno fatto segnare il picco del 2016.

Intanto il 31 dicembre si avvicina. E la Polizia e vigili del fuoco di Rio de Janeiro hanno lanciato un appello alle autorità della città brasiliana chiedendo di annullare la festa di fine anno prevista nella Cidade Maravilhosa, dove si prevedono due milioni di persone, per il pericolo di “violente” proteste dovute “alla grave crisi economica e politica” dello Stato. Tra gli argomenti presentati c’è “la grave crisi economica politica e finanziaria”, in cui si trova lo stato di Rio de Janeiro, che lo scorso giugno, prima dell’inizio delle Olimpiadi, ha dichiarato lo stato di “calamità finanziaria” (fallimento).

In effetti i numeri parlano chiaro. Il numero dei disoccupati in Brasile e’ arrivato alla cifra record di 12,1 milioni nel trimestre settembre-novembre di quest’anno, ossia l’11,9% della popolazione economicamente attiva. E’ aumentato quindi in maniera vertiginosa, e cioe’ di oltre il 33% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, il numero dei brasiliani in età attiva che cerca lavoro. Un anno fa, erano disoccupati 9,1 milioni di persone, secondo le statistiche ufficiali che mettono in evidenza la grave recessione che sta vivendo il paese sudamericano.