VIDEO | Armando Siri sul caso ILVA: “Senza scudo penale ArcerolMittal ha avuto un pretesto”

Il Senatore Armando Siri della Lega: “In Italia non siamo in grado di esprimere una classe dirigente per aziende di alto livello”

“Tolta la FIAT, che di fatto è stata una azienda assistita, in Italia non c’è mai stata una impresa di grande dimensioni”. Così il Senatore della Lega Armando Siri su La7.

“Siamo un Paese dove le Istituzioni non parlano un unico linguaggio. Governo, ASL, Tribunale, ognuno dice la sua. Tutto in contraddittorio, non c’è una linea direzionale che incarni la visione di Nazione. In Germania o in Francia, se il Governo prende una direzione, nessuno la contraddice”.

Delucidando i motivi della rottura con il M5S nella precedente legislatura: “Qualcuno si è chiesto perché abbiamo staccato la spina con i 5Stelle. Quando non puoi andare d’accordo sulla visione strategica ed industriale del Paese, che dà posti di lavoro, non si può proseguire”.

Su ArcerolMittal invece, per il caso ILVA, il padre della Flat Tax precisa: “Si poteva evitare di offrire al contraente una scusa, finendo in Tribunale. Quindi (mantenendo lo scudo penale, ndr) si sarebbero potuti chiamare gli imprenditori a delle responsabilità sociali ed economiche più chiare”.