UN’ITALIANA A VALENCIA | “Oggi il Venezuela sembra essere l’Italia del dopoguerra”

Intanto sono tantissimi i siciliani che dall’Isola inviano beni di prima necessità in Venezuela attraverso una fitta rete di solidarietà

Il quotidiano la Repubblica, in un focus dedicato al Venezuela, dà voce alla comunità italiana residente nel Paese del Sud America. Agli italiani di origine siciliana, in particolare.

Pina Cannata Di Tommasi è una dei tantissimi italo-venezuelani di origini siciliane che vivono in Venezuela. Proprio lei racconta a Repubblica la triste crisi del Paese, che coinvolge tantissimi italiani emigrati.

“In questo momento il Venezuela sembra essere l’Italia del dopoguerra, quel paese che i nostri padri hanno lasciato per avere un futuro. Siamo il popolo del cuore spezzato in due continenti”, spiega Pina, economista e presidente della Camera di commercio venezuelana italiana di Valencia.

Le assemblee pro Guaidò organizzate dagli emigrati si moltiplicano con il passare dei giorni. “La comunità – scrive la Repubblica – è unita e proprio in questi momenti il legame con la Sicilia dà un po’ di aria”. Intanto sono tantissimi i siciliani che dall’Isola inviano beni di prima necessità attraverso una fitta rete di solidarietà.

Il governo italiano non dimentica i propri connazionali in Venezuela e ha già chiuso un accordo per inviare medicinali agli italiani e agli italo-venezuelani più deboli e in difficoltà.