“Trump è un pazzo pericoloso”, parla Luxuria

Luxuria, poi, ribadisce: "In politica e nello spettacolo è pieno di tanti finti etero, che sono eterosessuali fino al calar delle tenebre"

Vladimir Luxuria è intervenuta questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus e ha commentato la notizia secondo la quale si starebbero unendo tramite le unioni civili tante persone non omosessuali: “Qualcuno si ‘sposa’ fingendosi omosessuale solo per questioni legate alla reversibilità? Quando facevo selezione al Mucca Assassina ero bravissima a scovare i finti gay che volevano entrare. Ora c’è una legge sulle unioni civili che consente a due persone maggiorenni, se vogliono, di unirsi civilmente. Se capita un caso di due uomini che non consumano, ma che hanno deciso come conviventi di fare una unione civile, non sta a me sindacare. Altrimenti potrei citare tanti finti etero, tanti personaggi dello spettacolo o della politica che si sono sposati solo per avere una copertura. Non è una cosa che mi piace, io continuo a pensare che le persone si dovrebbero unire civilmente o sposare se c’è un sentimento tra di loro, non quando ci sono altri interessi di tipo economico, anche se pure qui potrei aprire una parentesi su quante donne abbiano sposato uomini non per amore ma per il loro denaro”.

Luxuria, poi, ribadisce: “In politica e nello spettacolo è pieno di tanti finti etero, che sono eterosessuali fino al calar delle tenebre”.

Poi Luxuria racconta di come scovava finti omosessuali che volevano entrare al Mucca Assassina: “Noi abbiamo un piccolo radar per capire certe cose.  A volte poi era proprio palese, certe volte veniva uno che faceva ‘aho sì so gay mo ho dimenticato a tessera dell’arcigay ma te giuro che so gay’. Volevano entrare perché si è sparsa la voce, in realtà veritiera, che in certi locali gay si rimorchia più che nei locali etero. Tante famiglie sono nate in locali gay, io personalmente ne ho fatte nascere tante”.

Su Trump: “Non mi piace, lo considero un pericolo e penso che gli americani abbiano fatto una grande stupidaggine. Non mi piacciono quelli che adesso attaccano la Clinton nè mi piacciono quelli che, come i grillini, prima sono stati zitti, per citare Luigi Di Maio, e ora che ha vinto Trump ci mettono il cappello. Ieri sentivo in un’intervista Fico che diceva che bisogna aspettare per giudicare, perché in fondo Trump ha fatto qualcosa di buono: abbiamo messo una potenza nucleare in mano a un pazzo e ora qualcuno sta anche dicendo che non è successo niente di male”.