Storace (La Destra): l’avversario è Renzi, non Salvini

"Occorre spegnere l’esecutivo Renzi, azzerarlo: e’ un’esperienza di governo devastante che sta facendo naufragare ogni speranza per la Nazione". Lo afferma Francesco Storace, segretario nazionale de La Destra e vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio.

Da ieri, sul sito de Il Giornale d’Italia, Storace ha lanciato un referendum online in merito alla proposta del leader della Lega, Matteo Salvini, di una "tre giorni di blocco dell’Italia per mandare a casa il Governo Renzi". "Salvini ha fatto centro contro i responsabili del disastro economico, gli spalancatori delle frontiere, i distruttori della famiglia. Monta nel Paese una rabbia popolare contro una politica inconcludente, tutta parole e slide – prosegue Storace – mentre servirebbero fatti concreti. Ho manifestato adesione di Salvini: e’ finito il tempo della prudenza e occorrono interventi seri e decisi. Qui ci si balocca con la riforma del Senato, mentre la disoccupazione e’ a livelli enormi e l’impresa italiana non riesce piu’ ad andare avanti perche’ si pagano troppe tasse”.

“Salvini – aggiunge Storace su Il Giornale d’Italia – propone di protestare bloccando l’Italia dal 6 all’8 per dare la spallata al governo Renzi, che nessuno ha mai votato. Ho proposto ieri un referendum online su questa idea e in poco meno di 3 ore abbiamo avuto oltre 2mila adesioni. Fra tante ipotesi, due sono le piu’ gettonate: lo sciopero fiscale o il blocco generale dei trasporti. Persino davanti alla piu’ politica e classica manifestazione nazionale. A seguire, le altre risposte che, al di la’ del loro valore, testimoniano della voglia di esserci e di lottare. La sinistra strilla contro Salvini, il centrodestra esca dalla sindrome della gelosia per chi va per la maggiore. Il ‘vorrei ma non posso’ e’ figlio di altra epoca, adesso bisogna unirsi e, se la partita la gioca meglio di tutti il capo della Lega, perche’ non si dovrebbe scendere in campo se il capitano e’ lui? L’avversario si chiama Matteo Renzi – conclude Storace -, non Matteo Salvini".