Silvio Berlusconi, un super eroe da imitare

Prendiamo esempio dal nostro leader indiscusso, Silvio Berlusconi, ha subito centinaia di attacchi ma non ha mai abbandonato il campo

“A noi tutti piacciono i super eroi, perché combattono, perché non si lasciano andare, perché non accettano che le cose possano andare male e combattono con tutte le forze contro il male. Adesso è tempo che tutti noi ci comportiamo come i Super Eroi che amiamo. È tempo che cominciamo a combattere contro il declino, contro la disperazione e contro lo sconforto che affligge il nostro amato Paese”. A scrivere è Salvatore Albelice, Coordinatore di Forza Italia in Belgio, che indica in Silvio Berlusconi il primo dei “super eroi” da cui prendere esempio.

“Tutti noi possiamo contribuire a cambiare lo stato delle cose”, sottolinea Albelice. “Come? Innanzitutto, andando a votare, evitando che sia solo il 50% degli Italiani che si recano a votare; e che sia un partito che prende il 30% (del 50% degli Italiani) a decidere le sorti del nostro Paese e di tutti gli Italiani. È fondamentale partecipare al voto! Poi, – continua – facendo campagna elettorale; coinvolgendo familiari, parenti, amici e colleghi di lavoro. È fondamentale parlare con la gente per dire che noi non accettiamo che il nostro Paese possa finire come ha detto il CENSIS: gli italiani si mostrano rancorosi; hanno paura del declassamento, una componente costitutiva che affligge anche e soprattutto i giovani che tendono a lasciare il paese. Noi vogliamo un Paese vivo, con gente che guarda al futuro con serenità, con gente che difende la cultura italiana, il nostro patrimonio ambientale artistico ed economico. Vogliamo un’Italia leader in Europa e nel mondo, non la cenerentola bistrattata da tutti, anche da chi è combinato molto peggio di noi in Europa”.

“Prendiamo esempio dal nostro leader indiscusso, Silvio Berlusconi, che malgrado abbia subito gli attacchi più duri, più assurdi che un uomo possa mai meritare di ricevere e sopportare, non ha mai abbandonato il campo”, scrive Albelice. “Ha sempre continuato a lottare per il bene di tutti noi e del Paese. Prendiamo esempio dal nostro Super Eroe Silvio Berlusconi, adesso è il momento di impegnarci e di lottare per evitare che il Paese rimanga in mano a persone che discutono di tematiche distanti anni luce dai bisogni quotidiani dei pensionati, degli studenti, delle forze, dell’ordine degli insegnati, del personale sanitario, degli operai. Per carità tematiche importanti, come il fine vita, le coppie omosessuali; ma non prioritarie, non esclusive e per discutere delle quali si è tralasciato tutto il resto di cui il Paese ha bisogno (sicurezza, lavoro, assistenza sanitaria, sostegno all’infanzia, sostegno alle giovani coppie…). Il nostro Super Eroe quello che tutti più volte hanno pensato fosse morto è vivo vegeto e continua a combattere per il bene nostro”.

“Adesso – conclude – tocca a tutti noi diventare super eroi e combattere ogni giorno, tutti i giorni per vincere le prossime elezioni. Forza Italia possiamo ancora farcela a cambiare le cose”.