Riforme, Senato supera primo scoglio: respinte le pregiudiziali dell’opposizione

L’Aula del Senato ha concluso i suoi lavori, lo ha comunicato la vicepresidente del Senato Linda Lanzillotta. E’ quindi terminato per oggi l’esame del ddl Riforme. Il Senato si riunirà venerdì alle 9 e 30 per riprendere la discussione generale del provvedimento Boschi, iniziata oggi dopo che l’Aula ha respinto le pregiudiziali dell’opposizione. 

Così la maggioranza supera indenne e anzi ottiene anche un ampio margine di voti in Senato sulla prima votazione alla riforma costituzionale. Oggi lo scarto è stato di ben 93 voti, con 171 no, 8 astenuti (che valgono come voti contrari) e 88 sì. Numeri che tranquillizzano il Pd anche se comprendono quelli della minoranza che potrebbero mancare più avanti sulle votazioni più delicate.

Intanto i verdiniani si aggiungono ufficialmente alla coalizione che sostiene Renzi e il gruppo si dice "pronto a entrare nella maggioranza e magari anche al governo".

Il dibattito in Aula continuerà nei prossimi giorni, ma l’attenzione si sposta già sugli emendamenti che dovranno essere presentati entro mercoledì mattina alle 9. Roberto Calderoli, il più temibile produttore di proposte di modifica, per ora tiene le carte coperte ma nei giorni scorsi aveva minacciato diversi "milioni" di emendamenti per l’Aula. E nelle scorse ore ha annunciato, “ci sarà una sorpresina…”.