Riforme, Di Maio (M5S): Pd partito della velocità? Son 20 giorni che dobbiamo incontrarci

E’ vero che Luigi Di Maio ieri, dopo le critiche ‘forti’ fatte da Grillo in un video per l’incontro saltato col Pd, ha chiamato Casaleggio e ha spinto Beppe a tornare sui suoi passi? "No, anzi. Dopo la reazione dei giornali al video di Grillo ha precisato che non voleva chiudere, ma giustamente si e’ arrabbiato. Casaleggio l’ho sentito, ma per altri motivi". A rispondere e’ lo stesso Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera del M5S, che oggi e’ stato ospite del programma di Rai Radio2 ‘Un giorno da pecora’.

Quando vi incontrerete col Pd? "Guerini ha detto che dovrebbe esser la prossima settimana, e comunque voglio dire una cosa". Cosa? "Il Pd doveva esser il partito della velocita’. Sono 20 giorni che dobbiamo incontrarci. Meno male che e’ il partito della velocita’…".

Non avete avuto nessuna comunicazione ufficiale? "No, per ora no". Secondo lei, decide Renzi per tutto il partito? "Sì, e glielo faremo sapere tramite una lettera ufficiale: visto che decidi solo tu, fammi sapere quando ci vedremo…".

Qual e’ la vostra posizione sull’accordo? "Noi abbiamo fatto una proposta che prevede la legge elettorale con le preferenze, con l’impossibilita’ per i condannati di entrare in Parlamento e lasciamo sul tavolo il doppio turno, il ballottaggio dei sindaci". Sembra che Renzi non si fidi di voi. "Se lui si fida solo di Berlusconi, lo dica".