REPUBBLICA DOMINICANA | Sergio Cipolla (nuovo Responsabile protezione costa di Boca Chica) incontra la comunità italiana [FOTO]

Nel corso degli anni, Cipolla si è distinto soprattutto per i tanti salvataggi in mare. Nel 2014 venne nominato “Eroe dei Caraibi” per aver effettuato il migliore e più importante salvataggio mai effettuato dell’area. Presenti all’evento, tra gli altri, i consiglieri Comites Angelo Viro e Flavio Bellinato

Lunedì 26 ottobre il Luogotenente in congedo dei Carabinieri, Sergio Cipolla, si è riunito con decine di connazionali residenti presso la località turistica di Boca Chica, per annunciare la propria nomina quale nuovo Responsabile della protezione della costa. Tale incarico è stato ufficializzato nei giorni scorsi dal Sindaco, Fermin Brito Rincón.

Sergio Cipolla è Capitano di vascello, comandante dell’Unità Search & Rescue degli Ausiliari Navali Dominicani, è rappresentante del COE, (Centro Operazioni Emergenze) della Repubblica Dominicana, ed è il fondatore, nonché Comandante della U.R.S.A. (Unità di Ricerca e Soccorso in Mare.

Dal mese di maggio di quest’anno, è responsabile Relazioni Istituzionali del MAIE (Movimento Associativo Italiani all’Estero) Nord e Centro America.

Nel corso degli anni, Cipolla si è distinto soprattutto per i tanti salvataggi in mare. Nel 2014 venne nominato “Eroe dei Caraibi” per aver effettuato il migliore e più importante salvataggio mai effettuato dell’area. Si tratta di un riconoscimento prestigioso che viene assegnato ogni anno dall’AFRAS (Association for Rescue at Sea) a chi si distingue in salvataggi importanti, e che sostiene i volontari della guardia costiera. Il premio gli è stato consegnato da una delegazione della Coast Guard statunitense.

Pluridecorato dalle Istituzioni Dominicane per le molteplici vite salvate e gli interventi effettuati, Cipolla è stato impegnato in un’importante e pericolosa operazione di ricerca e recupero durata ben 17 giorni, coordinando l’intervento che alla fine ha permesso il ritrovamento dei corpi di due nostri connazionali che erano rimasti intrappolati all’interno di un tunnel sommerso ad una profondità di 20 metri e ad una distanza di 300 metri circa dal punto di entrata della grotta Dudu, situata nel comune di Navarrete.

Presenti all’incontro anche Angelo Viro (consigliere del Comites di Panama, vicepresidente mondiale del MAIE, vicepresidente della Casa de Italia e membro del direttivo della Camera di Commercio Dominico-Italiana) e Flavio Bellinato (Segretario del Comites di Panama, Coordinatore MAIE Nord e Centro America, presidente della Fundación Solidaridad Italiana e responsabile del nuovo progetto “Made in Italy – Repubblica Dominicana”).

Attraverso il suo account Facebook, Sergio Cipolla ha dichiarato: “Voglio ringraziare tutti i partecipanti alla riunione presso lo Sporting club di Boca Chica. Non pensavo di vedervi così numerosi e con argomenti e suggerimenti così interessanti. Speriamo che insieme potremo raggiungere degli obiettivi importanti per la comunità”.

Bellinato ha poi aggiunto: “É stata un’ottima occasione per ascoltare le problematiche della comunità italiana residente a Boca Chica ma non solo; sono state trattate anche altre tematiche di grande importanza per la collettività: pensioni, assistenza sanitaria in Rep. Dominicana, AIRE, Made in Italy e necessità di sostenere le attività produttive italiane nel paese che ci ospita in questo difficile momento. Una comunità unita è una comunità forte!”.