Reddito di cittadinanza, Di Maio (M5S): trattiamo solo su questo

"Con la legge sugli ecoreati abbiamo dimostrato che non siamo quelli del no. Per questo, al Pd e alle altre forze politiche lancio una proposta: fermiamo i lavori del Parlamento, approviamo il reddito di cittadinanza entro l’estate, facciamo in modo che da settembre tanti italiani possano cominciare una nuova vita". Lo afferma il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio in una intervista a Repubblica: "In questo momento in Campania si dicono tutti d’accordo sul reddito di cittadinanza, perfino Forza Italia. Questo è il nostro obiettivo di legislatura. L’unica cosa che teniamo ferma sono i 780 euro, che non sono un capriccio ma la soglia di povertà certificata dall’Istat. Per il resto, più contributi ci sono meglio è”.

“Oggi il Parlamento ha dimostrato che quando vuole fare le cose le fa subito. Quindi dico a tutti: fermiamo i lavori e approviamo questa legge entro l’estate".

L’esponente grillino chiude però su un possibile dialogo su riforma del Senato e pensioni: "Sono cose su cui ho perso la speranza. Abbiamo provato sette volte in aula a cancellare la legge Fornero, e d hanno sempre votato contro. Quanto al Senato, è una riforma che hanno già chiuso: avevo provato a inserire l’abolizione dei vitalizi, ma non c’è stato nulla da fare", "se devo massacrare le istituzioni e in cambio avere un dialogo sul reddito io non ci sto, spero si possa fare un discorso sul merito senza sovrapporre i tavoli".