Rai Italia non c’è più, che succede? Italiani all’estero in allarme

Che succede a Rai Italia? Gli italiani nel mondo sono in allarme da alcuni giorni. In tanti denunciano il fatto che Rai Italia non si vede più. Almeno, non si trova più sul canale di sempre. Così in America Latina, negli Usa e in Canada i nostri connazionali sono preoccupati. Fonti di stampa hanno attribuito la situazione a dei ritardi e al fallimento delle trattative di rinnovo dei contratti con le società di distribuzione, prefigurando prospettive infauste per le trasmissioni in italiano in quelle aree, dove pure ci sono consistenti comunità d’origine e dove si proiettano notevoli interessi nazionali.

La notizia è stata circoscritta e sostanzialmente smentita dall’ufficio stampa della stessa Rai, che ha parlato piuttosto dell’orientamento dell’azienda di assumere direttamente la gestione della distribuzione e ha attribuito le disfunzioni a problemi di carattere tecnico, inevitabili nella fase di passaggio. Comunque stiano le cose, è ovvio, sottolinea Fabio Porta, deputato Pd presidente del Comitato italiani all’estero della Camera, che resta l’esigenza di “fare chiarezza sulla situazione allo scopo di dissipare gli allarmi per il presente e di delineare le prospettive per il futuro”.

Porta insieme ai suoi colleghi Pd ha presentato un’interrogazione al governo “per chiedere che siano presentati al Parlamento i termini reali della questione e, soprattutto, siano date risposte convincenti ai numerosi utenti delle aree interessate”.