Pd, Renzi: cambiare si può, facciamolo insieme (VIDEO)

Bagno di folla – come previsto – per Matteo Renzi, giunto sabato mattina a Reggio Emilia per uno dei comizi finali della campagna elettorale per le primarie di domenica. Il sindaco di Firenze e’ arrivato accompagnato dal ministro Graziano Delrio (suo sostenitore della prima ora) e dal consigliere regionale Beppe Pagani, salutando per primi alcuni volontari del Pd seduti ad un banchetto in piazza Prampolini. "C’e’ qualcuno di Cuperlo?", scherza il sindaco di Firenze, dirigendosi poi in piazza Casotti dove ha tenuto il suo intervento.  

"Sono venuto a Reggio Emilia – spiega Renzi – per tanti motivi. Qui e’ nato il Tricolore e io penso che rappresenti un messaggio del fatto che vogliamo bene all’Italia". Il Tricolore, prosegue Renzi, "non e’ solo sulla nostra bandiera, ma anche nel nostro cuore". Rivolgendosi ai cittadini accorsi in massa per seguire l’intervento, il candidato del Pd prosegue: "Voi cosa vi aspettate davvero dal Pd e dalla politica da lunedi’ mattina? Io credo il diritto di pensare che cambiare e’ possibile. Noi siamo circondati da un messaggio che dice che e’ tutto gia’ deciso e che voi non contate nulla. Ma io non mi rassegno". Renzi ringrazia poi Delrio: "Un fratello maggiore e una persona che mi fa piacere sia un pezzo fondamentale della nostra e vostra sfida".

A Reggio Emilia, Renzi torna a parlare di lavoro, tra le emergenze da affrontare ”subito”. ”Della disoccupazione non ne parla piu’ nessuno, sembra una cosa scontata”, e invece dobbiamo ”affrontare questo tema prendendo atto che quello che abbiamo fatto in questi anni non e’ servito”, sottolinea. ”Volete provare a cambiare? Vogliamo provare a dire che la ripresa e’ quando le persone tornano a lavorare, non quando lo dicono gli uffici studi delle banche?”, incalza. "Chi vota per me toglie un miliardo alla politica". Lo fa perche’, "senno’ non sono credibile". E dunque dice il sindaco di Firenze: "I nostri politici ci costano 2,5 miliardi di euro. Noi possiamo recuperare un miliardo trasformando il Senato in Camera delle autonomie come sta cercando di fare il ministro Delrio". Per Renzi poi bisogna incidere anche sui costi delle Regioni, tema particolarmente attuale in Emilia-Romagna dopo l’inchiesta sulle spese dei gruppi consiliari. "Dobbiamo eliminare i finanziamenti ai gruppi regionali, non e’ possibile che un consigliere prenda di piu’ del sindaco del capoluogo". Domenica 8 dicembre si vota per le primarie del Pd. Fra poche ore sapremo chi sarà il prossimo segretario dem.