NONOSTANTE BREXIT | Gli italiani per trasferirsi all’estero scelgono il Regno Unito

Dopo il Regno Unito troviamo la Germania, scelta nel 2017 da quasi 19mila italiani. Seguono Francia (12 mila) e Svizzera (oltre 10 mila)

Quali Paesi hanno scelto nel 2017 per emigrare? L’Istat nel suo report “Mobilita’ interna e migrazioni internazionali della popolazione residente” mette il Regno Unito al primo posto. Già, nonostante la Brexit gli italiani nel 2017 hanno scelto ancora l’Inghilterra (21mila) con la sua Londra, città multiculturale dove pare che tutto possa essere possibile.

Dopo il Regno Unito troviamo la Germania, scelta nel 2017 da quasi 19mila italiani. Seguono Francia (12 mila) e Svizzera (oltre 10 mila).

Si concentra proprio in questi quattro Paesi complessivamente oltre il 60% degli espatri dello scorso anno.

Tra i Paesi extra-europei, le principali mete di destinazione sono Brasile, Stati Uniti e Canada (nel complesso 13,5 mila), Australia (oltre 2 mila) e Emirati Arabi (oltre mille).

La Lombardia e’ la regione col maggior numero di emigrati (22 mila), seguono Sicilia e Veneto (entrambe 11 mila), Lazio (10 mila) e Piemonte (8,6 mila).

I flussi piu’ numerosi provengono dalle province di Roma (8 mila), Milano (7 mila), Torino e Napoli (entrambe 4 mila); in termini relativi sono invece le province di Imperia (3,8 per mille), Bolzano (3,5) Macerata (3,3) e Agrigento (3,2).

Nella graduatoria dei 15 principali paesi di destinazione degli emigrati italiani, entra per la prima volta nel 2017 il Portogallo che, con 1.614 espatri, si colloca al 13 posto. La particolarita’ di questo flusso di emigrazione e’ la prevalenza di italiani ultra cinquantacinquenni (62%). Deve essere anche perché il Portogallo ha delle buone politiche per attrarre pensionati e persone con un reddito fisso.