Napoli, Carfagna (Fi): “Grave ritardo buoni scuola penalizza famiglie povere”

“È un fatto gravissimo, che coinvolge tutta la Campania, specie se si considera quanta retorica è stata fatta ancora nelle settimane scorse su scuola e baby gang”

Mara Carfagna, Fi

“Solo a Napoli ci sono dodicimila e cinquecento famiglie povere che a cinque mesi dall’inizio dell’anno scolastico non hanno ancora ricevuto il rimborso per i libri scolastici dei loro figli, che pure spetta loro di diritto. È un fatto gravissimo, che coinvolge tutta la Campania, specie se si considera quanta retorica è stata fatta ancora nelle settimane scorse su scuola, baby gang e devianza giovanile”. Così Mara Carfagna, portavoce dei deputati di Forza Italia e consigliere comunale a Napoli sul caso dei ritardi nel pagamento dei bonus libri nella Regione Campania.

“Quale messaggio dà lo Stato, per tramite delle amministrazioni locali, se non riesce a garantire un diritto ai suoi figli, se chiede a famiglie con un reddito annuale inferiore ai 10.600 euro di anticipare i soldi per l’acquisto dei libri scolastici e ritarda il pagamento soltanto per mere questioni burocratiche, per disorganizzazione?”.

“E pensare – conclude Carfagna – che alla Campania sono spettati 6 milioni e 300 mila euro. Questa inefficienza dell’Istruzione che sta penalizzando le famiglie povere della Campania ha un precedente: anche i criteri di riparto dei fondi per gli asili nido erano stati scritti in modo da penalizzare la nostra Regione”.