Muore soffocato mangiando una pezzo di carne

Un cagliaritano di 42 anni, Daniele Fanari, e’ morto ieri soffocato da un boccone di carne mentre pranzava con l’anziana madre in una abitazione del capoluogo. Un assurdo incidente domestico: un pezzo della fettina gli si e’ bloccato in gola portandolo alla morte in pochi minuti. Inutili i soccorsi, il personale del 118 gli ha liberato l’ostruzione ma l’uomo era gia’ privo di vita.

Il fatto – riportato dal quotidiano L’unione Sarda – nella casa di Fanari dove madre e figlio vivevano assieme. Dopo aver fatto la spesa sono tornati nel loro appartamento e hanno preparato il pranzo ma, quando Daniele ha iniziato a mangiare una fettina, ha accusato l’ostruzione non riuscendo piu’ a respirare. Sono stati momenti concitati e la madre, minuta, mentre la vittima era un uomo alto 1,90, non riuscendo a aiutarlo ha chiesto soccorso ai vicini che hanno chiamato il 118.

Pochi minuti dopo il personale e’ giunto nell’appartamento ed e’ riuscito a estrarre il pezzo di carne e disostruire il blocco ma ormai la respirazione era assente assieme al battito del cuore. Hanno tentato di rianimarlo ma tutto e’ stato inutile.