Montevideo, Borghese (MAIE): “Nel 2022 pronta la nuova sede consolare, risultato concreto del lavoro del Sen. Merlo”

“Fin dall’inizio della legislatura, il Sen. Merlo, nella sua qualità di Sottosegretario alla Farnesina, si è battuto con forza affinché a Montevideo ci fosse una sede consolare degna di tale nome” – commenta il l’On. Mario Borghese, vicepresidente MAIE – “Oggi l'ufficio Consolare in Uruguay è di quindici metri quadrati, spazio evidentemente insufficiente per dare servizio a oltre 130.000 connazionali; il fatto di sapere che presto i nostri connazionali avranno una nuova struttura, più grande (700 metri quadrati), funzionale, dotata delle più moderne tecnologie, ci riempie di soddisfazione”

Continua ad avanzare il progetto per il nuovo Consolato di Montevideo, Uruguay. Si è infatti conclusa nelle scorse ore la gara per la costruzione della nuova struttura. Trascorsi i tempi tecnici e avvenuta la firma del contratto, i lavori potrebbero cominciare nel mese di maggio.

Se l’impresa vincitrice della gara rispetterà i tempi, a metà del 2022 la nuova sede potrà già essere operativa.

Determinante, in tutto questo, il supporto dell’allora Sottosegretario agli Esteri, Sen. Ricardo Merlo, presidente del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero.

“Fin dall’inizio della legislatura, il Sen. Merlo, nella sua qualità di Sottosegretario alla Farnesina, si è battuto con forza affinché a Montevideo ci fosse una sede consolare degna di tale nome” – commenta il l’On. Mario Borghese, vicepresidente MAIE – “Oggi l’ufficio Consolare in Uruguay è di quindici metri quadrati, spazio evidentemente insufficiente per dare servizio a oltre 130.000 connazionali; il fatto di sapere che presto i nostri connazionali avranno una nuova struttura, più grande (700 metri quadrati), funzionale, dotata delle più moderne tecnologie, ci riempie di soddisfazione”.

“Come MAIE – continua il deputato – ci siamo battuti in tutti questi anni, ancora prima di arrivare al governo, affinché a Montevideo ci fosse una sede più grande e comoda, capace di accogliere gli utenti nel modo adeguato. Stiamo mantenendo le promesse fatte agli italiani nel mondo durante l’ultima campagna elettorale. Per noi la cosa più importante, sempre, è offrire risposte e soluzioni concrete alle richieste e alle necessità dei nostri fratelli italiani residenti all’estero. E a tutto questo – conclude Borghese – va aggiunto il personale nuovo entrato alla Farnesina che sicuramente in parte andrà a coprire le esigenze degli italo-uruguaiani”.