METEO | Mercoledì tornano nuvole e pioggia: ecco dove

Mercoledì avremo nuvolosità anche compatta al Nordovest, in Emilia Romagna e nelle Marche con qualche debole pioggia, per lo più mattutina, sulla Liguria centrale, tra Biellese, Torinese e Cuneese, a ridosso dei rilievi appenninici e nelle Marche

Pasquetta all’insegna del bel tempo praticamente su tutta Italia. Ma che tempo farà nei prossimi giorni? Secondo gli esperti meteo, purtroppo a metà settimana dovrebbe tornare la pioggia.

Martedì 19 aprile sarà una giornata soleggiata. Nel pomeriggio aumento della nuvolosità in tutta la Liguria e verso sera anche sul nord della Toscana; sul Nordest cielo nuvoloso, con alcune precipitazioni sulle Alpi orientali, nevose sopra 1000 m circa. La sera possibili rovesci sparsi anche sulla pianura friulana. Minime in lieve calo al Sud e sulla Sicilia, senza grosse variazioni altrove; massime quasi ovunque in rialzo. Venti da deboli a localmente moderati, tenderanno a disporsi da sud.

Mari fino al mattino mossi canale d’Otranto e alto Ionio; in giornata mari generalmente poco mossi, con tendenza a nuova graduale intensificazione del moto ondoso.

Mercoledì avremo nuvolosità anche compatta al Nordovest, in Emilia Romagna e nelle Marche con qualche debole pioggia, per lo più mattutina, sulla Liguria centrale, tra Biellese, Torinese e Cuneese, a ridosso dei rilievi appenninici e nelle Marche. Sul resto d’Italia nuvolosità molto più variabile con spazio a schiarite anche ampie su Alpi orientali, Venezie, Puglia, inizialmente anche su Calabria e nordest della Sicilia. In giornata qualche goccia di pioggia anche sull’Appennino abruzzese.

Verso sera peggiora in Sardegna con piogge sparse e possibili isolati rovesci o temporali. Temperature per lo più in aumento nelle minime; massime in calo su Nordovest, Emilia Romagna e Marche, in aumento al Sud, in Sicilia e nell’ovest della Sardegna; punte a sfiorare i 25 gradi nelle Isole. Venti di Scirocco da moderati a tesi sui mari di ponente, da sud su Ionio e Canale d’Otranto; al mattino rinforzi da nordest anche sull’Adriatico. Mari da poco mossi a mossi il medio e alto Adriatico, mossi o molto mossi tutti gli altri mari, fino a localmente agitati i canale delle isole e il Tirreno sud-occidentale.