MES | Tajani: “Voteremo no alla riforma, ha tanti punti deboli”

“Stiamo lavorando in queste ore con Renato Brunetta a una risoluzione che motivi il nostro voto contrario su un trattato che non fa gli interessi degli italiani"

Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia, in un’intervista a La Repubblica spiega che Forza Italia “voterà no alla riforma del Mes”, ma è pronta “a votare a favore dell’utilizzo del fondo per la spesa sanitaria, come ha sempre detto il presidente Berlusconi”.

Nel partito “tutti questi dissidenti non li vedo. Stiamo lavorando in queste ore con Renato Brunetta a una risoluzione che motivi il nostro voto contrario su un trattato che non fa gli interessi degli italiani”.

Tajani ribadisce che il partito non si e’ piegato al diktat di Salvini: “C’e’ una dichiarazione di Berlusconi del 4 dicembre 2019 in cui venivano gia’ anticipate tutte le nostre perplessita’ sulla riforma del Mes. La dichiarazione di Salvini e’ di pochi giorni fa”.

Il voto in dissenso alla linea del partito, “se motivato, e’ sempre possibile. Ma questa volta sarebbe un errore politico e un aiuto immeritato al governo”.

Tajani esclude che Forza Italia possa astenersi: “Berlusconi ha gia’ annunciato il voto contrario, quella e’ la linea. La mediazione sara’ la risoluzione di Fi che dice no alla riforma e si’ all’uso del Mes per la sanita’. La voteranno tutti i nostri e non sara’ certo un voto in chiave antieuropeista – sottolinea -. Restiamo europeisti convinti. Diciamo no alla riforma approvata dall’Eurogruppo e che presenta molti punti deboli”.

Se la maggioranza “non ha i numeri e non e’ in grado di garantire l’approvazione del trattato non e’ un problema nostro. Noi non possiamo votarlo perche’ impegna pesantemente il Paese per i prossimi anni”. Inoltre “il governo sostiene che non faremo ricorso al Mes: dovremmo approvarlo per permettere ad altri di usufruire anche dei nostri 14 miliardi gia’ versati a debito. Non mi sembra una mossa intelligente”.