Legge di bilancio, Di Maio: “La Ue non può trattare l’Italia così, nessun passo indietro” [VIDEO]

Il vicepremier: “Non si puo' trattare l'Italia in questo modo dopo che per anni si sono massacrati gli italiani e per la prima volta si stanno aiutando i cittadini"

Luigi Di Maio, vicepremier e ministro del Lavoro, parlando con i giornalisti alla Camera, a proposito di Legge di bilancio, ha detto: “Non deve passare la percezione che l’Europa chieda all’Italia di fare macelleria sociale. Siamo d’accordo sul dialogare, ma non siamo d’accordo se ci chiedono di ridurre la platea di quota 100 o il numero di cittadini che devono prendere reddito e pensioni di cittadinanza, o se non ci permettono di rimborsare i truffati delle banche”.

“Per il tutto il resto – ha proseguito -, se vogliamo lavorare sui tagli agli sprechi o la riorganizzazione della spesa pubblica, siamo d’accordo, anzi ci diano una mano e mettano a nostra disposizione la loro esperienza con altri Paesi, però non si può pensar che per uno 0,4% di deficit in più l’Italia sia colpevole di stare aiutando per la prima volta disoccupati, pensionati e lavoratori”.

“Non si puo’ trattare l’Italia in questo modo – ha concluso Di Maio – dopo che per anni si sono massacrati gli italiani e per la prima volta si stanno aiutando i cittadini”.

Luigi Di Maio questa sera sarà ospite a “Piazzapulita” su La7. Durante la trasmissione si parlerà, tra le altre cose, della bocciatura della manovra economica italiana da parte della Commissione Europea e dgli attriti della maggioranza. Nel corso della puntata verrà trasmessa anche un’inchiesta esclusiva sul reddito di cittadinanza.