Lega, ‘prima gli italiani: stop a benefit per immigrati’

"Prima la nostra gente" e "stop ad atteggiamenti ‘morbidi’ e a benefit" per gli immigrati, anche se comunitari". Il capogruppo leghista alla Camera Massimiliano Fedriga chiede al governo di mutuare il "modello Cameron", anticipato al Daily Telegraph dal premier britannico.

"Si taglino subito i benefit per gli immigrati e si utilizzino immediatamente quelle risorse per dare risposte ai cittadini del nostro paese – esorta Fedriga -. 6 milioni di persone nel nostro paese non hanno il lavoro o, scoraggiati, non lo cercano piu’: siamo in uno stato d’emergenza, ma Renzi – chiuso nelle stanze del palazzo – e’ impegnato a garantire a se stesso e al suo partito il maggior numero di poltrone possibili, trattando solo di legge elettorale e di premi di maggioranza. Un presidente del consiglio dovrebbe garantire i posti di lavoro ai propri cittadini, non i posti lautamente retribuiti ai propri seguaci".

"’Prima la nostra gente’. Questo il principio che guida la Lega Nord in ogni settore (lavoro, sicurezza, welfare) e sul quale sfidiamo le altre forze d’opposizione". "Non significa discriminare, ma sancire la priorità dei cittadini di questo paese: uno stato, esattamente come un buon padre di famiglia, deve prima garantire i suoi figli".