LA RICETTA | Tagliolini “leggeri” al tartufo bianco, che delizia!

I taglioni (tajarin o taglierini) sono una pasta fresca all’uovo della tradizione culinaria piemontese diffusa soprattutto del territorio delle Langhe

Oggi Italiachiamaitalia.it vi propone una ricetta semplice semplice, per un piatto ricco di gusto, che vi farà fare un’ottima figura con i vostri ospiti. Si tratta di tagliolini «leggeri» al tartufo bianco, una delizia.

I taglioni (tajarin o taglierini) sono una pasta fresca all’uovo della tradizione culinaria piemontese diffusa soprattutto del territorio delle Langhe.

Lunghi, sottili e di un colore giallo carico data la presenza di abbondante tuorlo, i tajarin si consumano con condimenti ricchi a base di carne (come il sugo d’arrosto) o insaporiti con burro, formaggio e qualche lamella di tartufo d’Alba.

INGREDIENTI per 4 persone

400 g farina di semola di grano duro

200 g burro

25 g tartufo

3 uova

3 tuorli

olio extravergine di oliva

sale

DURATA

1 h 30 min

PROCEDIMENTO

Ecco dunque come fare i tagliolini leggeri al tartufo bianco. Prima di tutto amalgamate in una ciotola le uova e i tuorli, rompendoli con una forchetta. Ora versate la farina a pioggia su una spianatoia e poi create con le mani un avvallamento al centro e versatevi poco alla volta le uova e 2 cucchiai di olio, incorporandoli con la punta delle dita.

A questo punto impastate finché non otterrete una palla liscia ed elastica; avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in un luogo fresco per 20 minuti.

Tirate la sfoglia sottile un mm e lunga circa 30 cm. Lasciate asciugare 10 minuti. Piegate la sfoglia su se stessa sul lato corto, ottenendo una sorta di panetto largo 4 cm. Tagliatelo con un coltello molto affilato in strisce di 2-3 mm di larghezza; in alternativa usate una trafila.

Adesso sciogliete il burro senza farlo imbiondire. Cuocete i tajarin in abbondante acqua salata, scolateli, conditeli con il burro e 5-6 g di lamelle di tartufo a testa. E buon appetito.