Jobs Act, il MAIE vota sì. Merlo, ‘opposizione responsabile’

La Camera dei Deputati ha approvato ieri sera il disegno di legge delega noto come Jobs Act, uno  dei provvedimenti governativi più discussi degli ultimi mesi. Il MAIE in Aula ha votato a favore di questo provvedimento. Una scelta che il presidente del Movimento Associativo Italiani all’Estero, On. Ricardo Merlo, spiega così: “Sappiamo che le aziende italiane stanno affrontando la crisi economica con situazioni di grande sofferenza non solo dei lavoratori, che perdono il posto di lavoro, ma anche degli imprenditori. Crediamo che le imprese debbano essere aiutate ad uscire dalla crisi perché si rimetta in moto il processo di crescita dell’occupazione. E’ assurdo costringere un imprenditore in difficoltà economiche a mantenere a tutti i costi dei dipendenti, quando non ha la possibilità di portare avanti l’impresa. Allo stesso tempo è giusto che il lavoratore, che viene mandato a casa, riceva un equo trattamento economico per la perdita dell’occupazione. Questo ddl potrebbe essere un primo passo per una riforma del lavoro più profonda, in un mondo molto competitivo, dove la flessibilità è purtroppo necessaria per sopravvivere. Queste sono le motivazioni che ci hanno fatto propendere per un voto a favore di questo provvedimento”.

“Non condividiamo l’atteggiamento di una parte dell’opposizione – prosegue Merlo – che, in privato, parla a favore del provvedimento e poi, solo per calcolo politico, esce dall’Aula al momento di votare. Noi, pur all’opposizione, non siamo chiusi su questa o altre proposte del Governo che possano avere ricadute positive sul nostro Paese. Questo è il nostro modo di fare e di intendere la politica. Il MAIE, perciò, ha deciso di votare a favore, anche se questo provvedimento è solo un primo passo di una più approfondita riforma del lavoro per il rilancio dell’economia”.