Italicum, Brunetta (Fi): Renzi ha deciso di uccidere il Pd

"Le cronache di questi tristi giorni parlamentari ci hanno raccontato una realtà che solo parzialmente è emersa sui giornali e sui media: Renzi è solo. Come non lo era mai stato sin d’ora". Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio, in un intervento su Il Foglio: "Il premier ha scelto la strada dello scontro frontale contro l’opposizione, seppur responsabile come Forza Italia, e contro la sua minoranza interna. Renzi, pur di rottamare i capi storici del Pd, ha deciso di far fuori il Pd stesso, e con il medesimo disegno egemonico sta ammazzando il Parlamento, la legislatura, la buona fede degli italiani".

"Sta ammazzando persino la funzione super partes della presidenza della Repubblica, che appare piegata, spiace davvero dirlo, alle esigenze di Palazzo Chigi più che a quelle del Paese. Al Quirinale c’è un inquilino più che un padrone di casa. Il padrone è visibilmente chi l’ha scelto in solitudine. Ora si capisce perché era così decisiva la scelta condivisa del capo dello stato? E non c’è affatto contraddizione tra l’originaria adesione di Forza Italia persino a questo orrendo Italicum avendo per garanzia un arbitro scelto insieme? Altro che patto indicibile", aggiunge Brunetta.

"Tutto fa credere che con un colpo di decreto" Renzi "annullerà la clausola che sposta l’applicazione della nuova legge elettorale al 2016 per andare subito al voto con l’Italicum/Dittatorellum. Sarà forse per questo che la solitudine del segretario del Pd è percepita da chiunque abbia un minimo di vivacità che lo distingua dal conformismo medio". E prosegue: "Riteniamo che quella di Renzi sia una non vittoria, una vittoria di Pirro. La violenza imposta al Parlamento impedisce che si possa tornare a una normale dialettica", "non c’è margine di recupero. Renzi ha deciso di far fuori i suoi vecchi amici, di uccidere il Pd, di porre fine alla legislatura. Nulla sarà più come prima. Il premier ha scelto di dar sfogo alla sua insaziabile bulimia di potere andando contro l’Italia e contro i cittadini. Siamo certi, lo speriamo vivamente, che il conto non tarderà a farsi attendere. Ne va della democrazia nel nostro paese, ne va della libertà, ne va della vita delle nostre istituzioni. Forza Italia è pronta a guidare un referendum abrogativo per cancellare l’avventura di Renzi con il suo abominio di legge elettorale: la lotta continua!", conclude Brunetta.