Italiani all’estero, Serbia: la ‘Qualità della vita’ passa da ambasciata italiana

La qualita’ della vita, il benessere nelle aree urbane e rurali. E’ questo il tema centrale di un workshop che si e’ svolto a Belgrado. L’evento – organizzato dall’ambasciata italiana in Serbia in collaborazione con l’associazione Ais3 (Associazione scienziati e studiosi italiani e derbi), l’Universita’ di Belgrado e quella di Novi Sad – fa parte dei lavori di preparazione che la nostra sede diplomatica ha posto in essere in vista della partecipazione serba a Expo Milano 2015.

Il tema del workshop, infatti, e’ collegato a quello di Milano 2015 (Feed the planet, energy for life) e ha trattato in modo innovativo e trasversale diverse aree, come quella culturale, scientifico-tecnologica, agricola, alimentare e ambientale. I lavori si sono articolati tra interventi di esperti dei due paesi e una fase presso la Experimental farm della facolta’ di Agricoltura dell’universita’ di Belgrado. Ad aprire i lavori il rettorato dell’ateneo, Vladimir Bumbasirevic, e il nuovo ministro dell’Agricoltura, Dragan Glamocic. Nel suo intervento, l’ambasciatore italiano in Serbia Giuseppe Manzo – oltre ai collegamenti con il tema di Expo e con il programma per la ricerca e l`innovazione Ue "Horizon 2020" – ha sottolineato come il workshop rappresenti un ulteriore tassello dell’azione della sede diplomatica in campo scientifico, a cui se ne aggiungera’ un altro la settimana prossima con la firma di un accordo di cooperazione tra il Cnr e l’universita’ di Belgrado.