Italiani all’estero, Forza Italia presenta al ministro Tajani le proprie proposte programmatiche

Tajani ha ribadito il suo impegno personale e del Governo ad essere “punto di riferimento per tutti gli italiani nel mondo, che rappresentano il nostro saper fare in ogni angolo della terra”

Italiani all’estero, Forza Italia presenta al ministro Tajani le proprie proposte programmatiche
Italiani all’estero, Forza Italia presenta al ministro Tajani le proprie proposte programmatiche foto ANSA/CIRO FUSCO

Il Responsabile del Dipartimento di Forza Italia per gli italiani all’estero, l’eurodeputato Salvatore De Meo, insieme ai Coordinatori delle circoscrizioni elettorali per il Nord e Centro America, Fucsia Nissoli Fitzgerald, per l’Europa, Antonio Cenini, per l’America del Sud, Andrea Dorini, per l’Asia, Africa e Oceania, Rocco Papapietro – Verdevita e al membro del CGIE Luigi Billé hanno incontrato il Ministro degli Esteri e Vicepremier, Antonio Tajani, per presentare le proposte programmatiche del partito per gli italiani nel mondo.

Il Ministro Tajani ha ringraziato i membri del coordinamento per l’impegno profuso nella recente campagna elettorale, che ha contribuito alla vittoria del Centrodestra, ribadendo il suo impegno personale e del Governo ad essere “punto di riferimento per tutti gli italiani nel mondo, che rappresentano il nostro saper fare in ogni angolo della terra”.

Con l’occasione, Salvatore De Meo ha annunciato l’istituzione da parte di Forza Italia di un apposito gruppo di lavoro composto dai suddetti Coordinatori delle circoscrizioni estere, che elaborerà una proposta organica di riforma del sistema di rappresentanza degli italiani all’estero, finalizzata a risolvere le criticità emerse diffusamente in relazione al regolare svolgimento del voto postale, e a dare attuazione ai punti qualificanti del programma elettorale di Forza Italia e del centro destra in tema di rafforzamento della rete consolare, di valorizzazione del turismo delle radici, di promozione del Made in Italy, della diffusione della lingua e della cultura italiane e del potenziamento degli strumenti di assistenza e sostegno alle fasce più deboli dei nostri connazionali residenti all’estero.

Il documento elaborato dal gruppo di lavoro sarà sottoposto al Ministro Tajani entro fine anno per i relativi seguiti nelle competenti sedi di Governo.