Italiani all’estero, Ricky Filosa (MAIE): ora in Parlamento siamo più forti

“Con la nascita della componente Ala-MAIE, all’interno del gruppo Misto alla Camera, il Movimento Associativo Italiani all’Estero si rafforza in Parlamento. Sette nuovi ingressi nella componente MAIE, che cambia nome, cresce – ora ne fanno parte 11 deputati – e assume un peso politico maggiore”. Così Ricky Filosa, coordinatore del MAIE per Centro America e Caraibi, sul proprio profilo Facebook.

“Il MAIE con questa operazione aumenta la propria forza politica in Parlamento. E con l’On. Ricardo Merlo, presidente MAIE, responsabile della nuova componente, che potrebbe avviarsi a diventare presto un vero e proprio gruppo parlamentare autonomo, per la prima volta un eletto all’estero assume un ruolo di primo piano all’interno della Camera ed è pronto a guidare una pattuglia di 11 deputati. E’ un fatto che potremmo definire storico”.

L’APPELLO DI MERLO, "ALTRI PARLAMENTARI SI UNISCANO A NOI"

“Dunque, il MAIE cresce non solo sul territorio e negli organi di rappresentanza degli italiani nel mondo (le elezioni Comites lo hanno confermato ancora una volta, se mai ce ne fosse stato bisogno, e siamo certi che sarà massiccia la presenza di esponenti del Movimento nel nuovo CGIE), ma anche nella massima istituzione democratica italiana, il Parlamento appunto. Ovviamente – prosegue Filosa – il Movimento resta all’opposizione di questo governo, il peggiore della Storia per ciò che riguarda gli italiani nel mondo. Per questo il MAIE non voterà a favore di nuovi tagli agli italiani all’estero, continuerà nel suo percorso di avvicinamento a Forza Italia, dirà sì alle riforme – come del resto ha già fatto in passato, e come ha fatto anche Fi – ma manterrà la propria autonomia anche all’interno della nuova componente. Perché è l’autonomia la nostra forza. A qualcuno il percorso può sembrare un po’ tortuoso, ma l’obiettivo – conclude il coordinatore MAIE – è chiaro: continuare a crescere, ad acquistare sempre maggiore forza per avere muscoli pronti a difendere gli interessi dei connazionali residenti oltre confine, sempre e comunque. Forza #MAIE, forza #italianiallestero”.