Italiani all’estero, Menia (CTIM) a Toronto tra cultura e identità italiana

Alla serata del 14 febbraio scorso organizzata dall’avv. Carlo Consiglio a Toronto, delegato canadese del Ctim, è seguita una nutrita serie di appuntamenti e incontri per il segretario generale del CTIM, on. Roberto Menia. Due interviste televisive, una diretta da Radio Chin, un’intervista al “Corriere Canadese” ed una a “Lo Specchio”: e per non farsi mancare nulla una rapida puntata alle cascate del Niagara in un panorama di ghiaccio a 25 gradi sotto zero.

Anche la cultura è stata protagonista del viaggio oltre oceano: “Quanno tramonta ‘o sole “ è il titolo del libro di Carlo Consiglio, presentato nel corso dell’evento del Ctim a Toronto. Novelle, storie di vita, buoni sentimenti, umanità e sagacia partenopea in 200 pagine da leggere tutte d’un fiato, per godersi un San Pietro che parla napoletano in Paradiso e la teoria della maggior quantità di fosforo nel cervello che i napoletani avrebbero ereditato dalle sabbie vulcaniche del Vesuvio.

Ma non è tutto, perché Dominic Meffe, imprenditore italo canadese di Toronto, proprietario di una catena di alberghi, premiato con la medaglia del CTIM nel corso della serata di Toronto, è autore di un prezioso volumetto: “La famiglia del prete”. Una sorta di orgogliosa rivendicazione delle radici molisane e di viaggio a ritroso nelle memorie della famiglia, in cui fa riemergere un segreto (o leggenda?) vecchio di 200 anni, finito nel sangue. Il ricavato della vendita del libro è, per volontà dell’autore, devoluto al Fondo per la costruzione di un ospedale per bambini a Toronto.

Nel corso della sua visita canadese, il segretario generale del CTIM, Roberto Menia, accompagnato dal delegato del Canada, avv. Carlo Consiglio, non ha voluto fare mancare il suo omaggio al monumento dei Caduti italiani sul lavoro. L’opera fu voluta e realizzata attraverso una sottoscrizione dei nostri connazionali e collocata a Woodbridge, zona ad alta concentrazione italiana. E’ usanza deporre dei fiori l’8 agosto, giornata del sacrificio del lavoro italiano nel mondo, istituita con decreto di Mirko Tremaglia, primo e unico ministro per gli italiani nel mondo della repubblica.