Italiani all’estero, ecco di cosa parlerà Merlo (MAIE) in Colombia e Venezuela (VIDEO) – di Ricky Filosa

C’è grande attesa per l’arrivo a Bogotà e a Caracas dell’On. Ricardo Merlo, presidente del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero. La collettività italiana è in fermento, grande è l’aspettativa: Merlo da sempre più connazionali viene ormai considerato il paladino degli italiani nel mondo, il vero erede di Mirko Tremaglia. Del resto il MAIE ha dimostrato in Parlamento a Roma, e non con le chiacchiere, di essere sempre e comunque dalla parte delle comunità italiane all’estero. Questo, insieme a un modo intelligente di comunicare, continua ad avvicinare sempre più italiani all’estero al MAIE. Merlo ovviamente lo sa, lo percepisce, e proprio nel momento in cui cresce il Movimento decide di cavalcare l’onda e intraprendere un mini-tour in Sud America che lo porterà a visitare Colombia e Venezuela a partire da questo fine settimana.

Un tour di sette giorni tra gli italiani di prima, seconda e terza generazione. Per ascoltarli, per cercare di trovare risposte ai loro interrogativi e soluzioni ai loro problemi. Ma anche per tornare a ribadire che se a Roma gli eletti all’estero sono soltanto soldatini di partito che rispondono agli ordini del proprio capogruppo, beh, continuerà ad essere difficile ottenere qualcosa di importante per gli italiani nel mondo. Che alla fine chiedono di poter vedere risolte poche precise questioni, non la luna.

MERLO IN COLOMBIA E VENEZUELA: ECCO IL PROGRAMMA

Cittadinanza, lingua italiana nel mondo, servizi consolari, assistenza: questi saranno i temi che il presidente del MAIE affronterà a tu per tu con i connazionali. Ricorderà che anche grazie al contributo del MAIE si è risolta la questione della “pesificazione” per i pensionati in Argentina, che da gennaio stanno ricevendo la propria pensione in euro e non più in moneta locale. L’obiettivo è fare lo stesso per i pensionati in Venezuela. E in Venezuela non potrà non toccare il tema della “falta de democracia” – mancanza di democrazia – in quel paese, denunciata ultimamente a gran voce anche dal presidente di Argentina Mauricio Macri, che ha persino portato la questione all’interno del Mercosur. Per Merlo previsti ovviamente anche incontri con le istituzioni locali e con i vari referenti politici sul territorio.

Intanto sui social network più diffusi girano già da qualche giorno foto e video (come quello che pubblichiamo in questa pagina) dedicati a Ricardo Merlo e al MAIE: presidente, Colombia e Venezuela ti aspettano. Questo è il messaggio affidato a Facebook e non solo dalla collettività italiana residente nei due paesi sudamericani. Merlo in queste ore è nella sua Buenos Aires e sta preparando le valige. Tra poco si parte.

Twitter @rickyfilosa